02/23/2017

19° torneo Irchel Classics

L’11 e il 12 marzo 2017 si terrà nella palestra del campus Hönggerberg, chiamato Science City, del Politecnico federale di Zurigo (ETH) la 19a edizione del torneo Irchel Classics. Il più grande torneo di badminton nell’area di Zurigo sarà organizzato dal Badminton Club Irchel.

Al torneo Irchel Classics lottare in tutte le discipline per la vittoria è una vera e propria tradizione: si disputeranno infatti doppi maschili, singoli maschili, doppi femminili, singoli femminili e misti. Si giocherà nel sistema a doppia eliminazione. Ciò significa che ogni giocatrice, ogni giocatore e ogni coppia disputerà almeno tre partite. Dopodiché seguirà all’ultimo turno una partita finale per classificarsi. Questo sistema rende particolarmente interessante l’esperienza di partecipare e di assistere a un grande evento del badminton: oltre a rimanere con il fiato sospeso fino alla fine, nessun partecipante rischia di dover tornarsene a casa dopo la prima partita.

All’inizio della stagione, Swiss Badminton ha introdotto un nuovo sistema di classificazione e un nuovo software per la disputa dei tornei. La direzione del torneo Irchel Classics affronta tali sfide organizzative ed è riuscita ad accogliere all’inizio di febbraio già 120 iscrizioni. Per quest’anno è previsto un record di iscrizioni di oltre 200 partecipanti. I responsabili del torneo sono inoltre più che entusiasti del fatto che tutti e 50 i membri del Badminton Club Irchel daranno man forte come ogni anno, su base volontaria, al torneo, garantendo che ad attendere i partecipanti e gli appassionati spettatori del badminton ci sia un ricco buffet.

Il torneo Irchel Classics aprirà i battenti sabato 11 marzo alle ore 8 con i misti, cui seguiranno, dalle ore 12, entrambi i doppi. Domenica 12 marzo dalle ore 8 si disputeranno i singoli, mentre a partire dalle ore 14 si giocheranno le finali. Le spettatrici e gli spettatori saranno benvenuti.

Nel 2017 Apostroph Group sosterrà già per la seconda volta il più grande torneo di badminton nella regione di Zurigo, all’insegna dello slogan: «Capirsi anche al di là dei confini del campo».